[…] The square di Ruben Östlund – Per la terza volta in questo recap propongo un film che mostra la realtà attraverso una lente che ne distorce i lineamenti. Ma a differenza di Haneke e Lanthimos, Ostlund resta, apparentemente, con i piedi più saldati per terra. The Square sembra una mostra d’arte, senza che questa caratteristica sia legata al suo argomento. Una carrellata di personaggi e situazioni che sfiorano sempre il grottesco, senza mai arrivarci, così da mostrare allo spettatore una realtà perfettamente verosimile ma anche incredibilmente surreale. Un film sulle apparenze e un ritratto necessario (e richiesto) sulla società moderna. […]

Mi piace