Soldado

★★★

Soldado punta a fare da eco al suo prequel, infatti già la scena d’apertura rimanda alle sensazioni di disorientamento che provocava Sicario nelle prime sequenze. Soldado inizia con un piano-sequenza che sbalordisce e scuote; mostrare così esplicitamente un attentato terroristico kamikaze è persino sfrontato, tuttavia la sua messa in scena trasmette subito la sensazione di un rimbombo rispetto a Sicario. Presto, questa sensazione si amplifica: come se la struttura degli eventi di Sicario fosse una scaletta con la quale Soldado ha tentato di confrontarsi.

Soldado è un seguito more of the same, ovvero un capitolo (di una trilogia, a quanto pare) che non fa che ribadire i concetti già perfettamente espressi in Sicario, sforzandosi (appena) di modificarne l’aspetto in modo che sia indiscutibile che ci troviamo di fronte un altro film. In realtà le differenze sono palesi, poiché laddove la storia corrotta e meschina di Sicario veniva innalzata artisticamente dalla coppia Villeneuve-Deakins, qui mancano entrambi e si vede – letteralmente. Il direttore di fotografia Dariusz Wolski (Sweeney Todd, The Martian) offre una fotografia piatta e convenzionale, mentre la regia di Stefano Sollima sembra confusa e indecisa, come impaurita.

Sembro un fan deluso dopo aver visto il remake del suo film preferito. In realtà, Soldado mi ha divertito: ho trovato intriganti i risvolti complottisti nell’ambiente politico fuorviato dal potere; i burocrati immorali, i sicari pronti a sporcarsi le mani (“Farò quello che vi serve”). Tuttavia ho già visto un film che parlava di tutto questo. Come se ciò non bastasse, e nonostante la sceneggiatura sia ancora curata da Taylor Sheridan (ricordiamo il suo bellissimo esordio alla regia: I segreti di Wind River), ogni elemento di Sicario non solo viene ripetuto, ma anche appiattito e snaturato. I dialoghi sono le battute pronte tipiche del cinema americano (e americanato).

I sicari senza scrupoli sono diventati soldati perplessi che non hanno il coraggio necessario per reggere lo sguardo con quello che fanno (complimenti, per una volta, al titolo italiano che nel fatto di essere composto da una singola parola rimanda molto meglio di quello originale al primo capitolo; il titolo originale è infatti Sicario: Day of the Soldado). Soldado rende monotoni i propri concetti e riduce tutto a un film semplice, che sì, sa intrattenere, ma toglie alla saga ogni tipo di fascino. D’altronde nel primo capitolo c’erano i lupi, mentre qui le pecore.

Però ecco, escludendo l’inevitabile confronto (nemmeno, ripeto, avessimo davanti un remake, tanto siano simili le formule) Soldado resta un buon film con diversi spunti persino interessanti, come il confronto diretto dei due mondi (i lupi e le pecore citati sopra, ovvero gli sfruttatori del mondo e gli sfruttati) che si incontra su un piano comunicativo inaspettato: le parole non possono più fare niente in questo processo di riavvicinamento, servono invece i gesti – intesi come azioni (forse una lettura un po’ forzata). Inoltre, cosa non da poco, Soldado è credibile dal punto di vista della messa in scena: le tecnologie non sono fantascientifiche e le scene d’azione (che Sollima decide di mostrare sotto punti di vista atipici) sono verosimili.

Benicio del Toro (bravissimo, ma) ha la perenne espressione di uno che riesce a sentire la puzza di marcio del mondo mentre Josh Brolin sembra un po’ stanco del ruolo. Mi sono piaciuti entrambi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: