Spider-Man: Un nuovo universo

★★★★★

Spider-Man: Un nuovo universo riparte da zero, dimenticando (e perdonando) il punto a cui sono arrivati, sia i film d’animazione che i cinecomics: dopo più di vent’anni dei primi e 11 anni dei secondi, l’impressione a volte è quella di vedere film che hanno dimenticato le loro origini, e quindi, il pubblico a cui sono rivolti. Nell’articolo di Coco contestavo proprio questo aspetto e desideravo “Un film meno riflessivo e più spensierato“; con i cinecomics è possibile trovare un risultato simile con Black Panther, che “Punta sull’aspetto politico ed emotivo, tuttavia è un Pinocchio che si crede un bambino vero: dimentica quindi la sua natura d’intrattenimento, senza aver la maturità necessaria per apparire come un vero film“.

Spider-Man: Un nuovo universo è consapevole degli errori da cui sfuggire, quindi si dirige nella direzione opposta, scommettendo su un’atmosfera leggera e straordinariamente divertente. È un film che non si prende sul serio, anzi, prende in giro quegli sviluppi di trama naturali ma anche ovvi, a cui sono obbligati i cinecomics. In sostanza, deride e ribalta gli stereotipi, senza però apparire arrogante. Costruisce con lo spettatore un canale di comunicazione particolare, coinvolgendolo con dialoghi che rompono la quarta parete e citazioni che vanno dalla cultura pop all’intero universo di Spider-Man.

Proprio il personaggio di Spider-Man sembra l’amante a cui è rivolta questa lettera d’amore che è Un nuovo universo (il titolo originale è Into the Spider-Verse, un simpatico gioco di parole che sembra andare oltre la trama del film). Sembra che il film voglia restituire al personaggio la sua appropriata collocazione all’interno dell’immaginario collettivo e celebrare la sua figura. Il film è una dichiarazione d’amore e contiene numerose citazioni e omaggi al personaggio di Spider-Man (compresa la geniale scena dopo i titoli di coda).

Oltre alla sceneggiatura, spiritosa ma solidissima, a cooperare per la riuscita del film c’è la regia firmata da Bob Persichetti, Peter Ramsey, Rodney Rothman, i quali non dimenticano la natura libera del genere, sciolto da qualsiasi regola del mondo reale; quindi, si divertono con le inquadrature, spingendo i movimenti di macchina (virtuale) ai limiti dell’immaginazione. Le scene d’azione di Spider-Man: Un nuovo universo sono cariche di adrenalina, entusiasmanti da seguire e bellissime da vedere (quella finale, coloratissima, è stupenda), ma sull’aspetto visivo del film c’è da fare un approfondimento a parte.

La qualità più importante di Spider-Man: Un nuovo universo è la dedizione con cui hanno curato l’aspetto prettamente visivo. Il film è bello da vedere, un piacere che parte dalle scelte delle tonalità dei colori, vivaci e talvolta bizzarri, fino ad arrivare alle scelte che competono il reparto tecnico. Il film cerca di richiamare l’aspetto dei fumetti, infatti le rughe e i segni sui visi dei personaggi sembrano disegnati; inoltre, i suoni formano un effetto visivo, come accade nei fumetti.. Ma ci sono scelte più coraggiose: l’immagine ha quella grana a pallini tipica dei fumetti del novecento e gli elementi in secondo piano sembrano immagini stampate male, come quando nei fumetti i colori non sono perfettamente sovrapposti. Un’idea geniale. Infatti penso che visto al cinema, o anche in 3D, Spider-Man: Un nuovo universo sia straordinario.

Ma le trovate visive non finiscono qui: compaiono delle nuvole con i dialoghi, caratteristica che sottolinea il tipo di comunicazione scelta dal film per congiungersi con lo spettatore appassionato; inoltre, durante i combattimenti compaiono le classiche parole onomatopee. In definitiva, Spider-Man: Un nuovo universo sa che può rischiare e rischia tantissimo. Il prodotto finale è un film bellissimo, che riflette sulle preoccupazioni e le responsabilità che hanno le persone dietro gli eroi, quell’aspetto umano spesso ignorato dalle storie ma che rappresenta un enorme fardello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: