Domino (2019)

★½

Domino, l’ultimo film di Brian De Palma, non esce al cinema con le migliori premesse. De Palma infatti ha rinnegato il suo film, confessando i numerosi problemi di produzione che ha riscontrato nel girarlo. Il regista ha infine rifiutato il montaggio finale, dichiarando di non averlo approvato.

La trama

Nikolaj Coster-Waldau (Jaime Lannister in Il trono di spade) è un poliziotto che insieme al suo partner risponde a una segnalazione per schiamazzi. Sul posto si accorgerà che la situazione è ben più complicata. A causa di un errore, il suo compagno subirà un’aggressione; lui farà di tutto per trovare l’aggressore, questo lo porterà a scontrarsi contro una cellula dell’ISIS.

I problemi di Domino

Rinnegando il montaggio finale (sono stati tagliati circa 30 minuti), De Palma ha cercato di tutelare il suo lavoro di autore, tuttavia non riesco a immaginare un altro montaggio che avrebbe potuto rimediare ai problemi ben più gravi di Domino. Il problema più grosso è la sceneggiatura, la quale raccoglie una serie di stereotipi del genere e semplifica ogni ruolo. I terroristi ritornano a essere dei personaggi inespressivi, i cattivi da inseguire e abbattere.

In aggiunta alla sceneggiatura mediocre, la regia di De Palma non fa che rovinare continuamente il racconto con delle scelte discutibili. De Palma privilegia campi larghi che inquadrano interamente le scene, quindi spesso si ha l’impressione di guardare un prodotto televisivo goffo, questo anche per colpa dell’interpretazione dozzinale degli attori principali.

Il risultato di questo pasticcio è un thriller senza nemmeno un minimo di tensione, poiché l’atmosfera è inevitabilmente compromessa. Se l’argomento terrorismo sembrava interessante, la realizzazione è banale. De Palma provoca mostrando esplicitamente la scena di un’attentato durante il Festival internazionale del cinema di Olanda, tuttavia la scena è orribile, lontana dalla scena simile che apre Soldado di Stefano Sollima, decisamente più attraente.

Conclusioni e citazioni

In Domino ci sono alcuni degli argomenti cari alla filmografia di De Palma, ci sono tante citazioni sia al cinema di Alfred Hitchcock che a quello di De Palma stesso, insomma, ci sono tante belle premesse; tuttavia, il risultato finale è di pessima qualità, con una storia che avanza soltanto attraverso forzature e diverse scene così brutte da apparire ridicole.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: